Dev&Deploy: l’articolo di oggi raccoglie i deliri di un nerd che ragiona solo con 0 e 1.

Modalità di gioco: Multiplayer

Lo sviluppo di un software rientra nella categoria di giochi multiplayer, dove la collaborazione tra colleghi è fondamentale per la buona riuscita della missione.
La gilda Simbiosi, ad esempio, vanta alcuni tra i migliori giocatori del mondo, volendoli suddividere in 3 classi, abbiamo:

Classe Caratteristiche Skill principali
Tank A loro tocca il lavoro sporco, sono in prima linea a difendere gli altri dalle insidie che nascondono le missioni. Calcola preventivo, Call per chiarimenti
Damage

Dealer

Si occupano di completare i vari obbiettivi e portare a termine la missione. Dattilografia avanzata, Ritocco con paint
Healer Danno supporto ai compagni e sono in grado di coprire i due ruoli sopra se necessario. Googlata di potenza, Caffè rigenerante

 

Early Game

Alla gilda viene consegnata la quest principale da portare a termine: “L’organizzazione X ha richiesto il nostro aiuto per sviluppare un software innovativo in grado di…CLICK [rumore di tasto skip che viene premuto].

La voglia di entrare nel vivo dell’azione prende il sopravvento e via che ci si mette subito all’opera per raccogliere risorse utili e prepararsi al meglio alla missione.

Team Building

È tempo di formare il team che affronterà la sfida, in base alla difficoltà e alla tipologia di prove verranno scelti i vari componenti. Creare la giusta sinergia è l’obiettivo primario di questa fase di gioco.

app developement

Armamentario

Ovviamente la missione va affrontata con l’equipaggiamento adatto: spade e scudi, per quanto anch’essi molto utili, lasciano spazio a mouse e tastiere grazie ai quali ogni membro del team riesce ad esprimere al meglio il proprio potenziale.

Fondamentali sono anche le pozioni, solitamente reperibili sotto forma di cialde o capsule, che hanno un effetto benefico, attenzione a non abusarne però.

site developement

Let’s start

Viene tracciato il piano d’azione da seguire per completare la quest.

Pronti via, il team comincia a macinare ore di gioco suddividendo i vari compiti, chi si occupa della grafica, chi installa i componenti del sistema, chi sviluppa le funzionalità, chi si attacca al telefono per recuperare delle risorse preziose.

Sfida a tempo

Il tempo, che fino ad ora non ha impensierito il gruppo, entra a gamba tesa e impone la sua legge. La quest va portata a termine entro e non ho oltre la famigerata data X. Un brivido freddo corre lungo la schiena e la tensione tra i membri del team arriva alle stelle tanto da formarsi tre correnti distinte:

  • ottimisti: ‘dai che ce la facciamo’;
  • pessimisti: ‘siamo nella …’(capito no?);
  • realisti: ‘guardate che se non perdevate il tempo a discorrere voi due sopra, eravamo un pezzo avanti!

dev&deploy

L’imprevisto (solo per cuori forti)

Ed ecco che la missione prende una piega inaspettata.

Il team si trova costretto a dover fronteggiare un’ulteriore sfida (si scrive sfida, si legge sfiga) che può avere conseguenze tragiche sull’esito finale.

A volte è una ‘semplice modifica da cinque minuti (tanto fate subito, ndr), che si rivela un bagno di sangue che Mosè spostati.

Altre volte è un crash inaspettato che causa il cosiddetto fenomeno dello ‘scaricabarile’ e mette in discussione l’affiatamento del team.

L’unica soluzione per porre rimedio all’Imprevisto, nella maggior parte dei casi, è la manipolazione del tempo anche grazie all’utilizzo di frasi ingiuriose.

dev&deploy

Ultimo boss

La tempesta è alle spalle, crederanno gli sprovveduti, ma ecco che appare maestoso l’ultimo boss da affrontare, la PUBBLICAZIONE.

Il team ha lavorato sodo per arrivare a questo momento e sa che anche il minimo errore può costare caro.

Si sente in sottofondo una musica frenetica e via… C’è chi copia file in FTP, chi cambia il puntamento dei DNS, chi testa ancora una volta le API, ognuno dà il massimo perché sa che il traguardo è vicino.

Un grido spezza la tensione, ‘ragazzi fate CTRL+SHIFT+R’ (in alternativa aggiornate la pagina) e…

deadline dev&deploy

Great job!

…il sito si è caricato/l’app funziona correttamente, gli sguardi abbandonano i monitor, l’entusiasmo è alle stelle.

“X per caso stai piangendo di gioia?” “Macché stavo tagliando delle cipolle!”.

Il cielo che fino a poco prima era buio torna a risplendere e si vede in lontananza Y, classe Healer, che sta portando delle birre per festeggiare.

dev&deploy

La classe Healer porta le birre per festeggiare!

P.S. Da buon programmatore ho inserito un easter egg all’interno del post, l’hai trovato?

Leggi la prima lettera di ogni capitolo! 😉

Nicola Bellagamba
Nicola BellagambaDeveloper
Laureato in Scienze e tecnologie informatiche all’università di Bologna, campus di Cesena, Nicola fa parte del team di sviluppo web e mobile. È appassionato di tecnologia, videogames e in generale di tutto ciò che permette di rovinarsi la vista fissando uno schermo specialmente se in compagnia di amici. Sogna di sviluppare un’app da milioni di downloads.